A spasso per Rotterdam. Cosa Vedere?

Leiden è stata il campo base durante il nostro soggiorno in Olanda.

E proprio da qui che abbiamo preso il treno per raggiungere Rotterdam, città famosissima per le numerose opere architettoniche progettate da architetti di fama mondiale.

Appena fuori dalla stazione infatti abbiamo potuto ammirare “The Stairs to Kripton ovvero una grande scala temporanea (alta 29 metri e larga 57 metri) costituita unicamente da impalcature e ponteggi  e progettata dallo studio di architettura  Mvrdv .

Quest’opera ha permesso ai cittadini di raggiungere il tetto panoramico del Groot Handelsgebouw , uno dei primi edifici ad essere ricostruiti dopo i  bombardamenti della seconda guerra mondiale, auspicando simbolicamente ad uno sviluppo futuro della città in verticale attraverso la costruzione di innovative connessioni che potessero collegare in maniera dinamica i tetti e le terrazze degli edifici già esistenti.

foto1

Continuando la nostra passeggiata  abbiamo costeggiato il Westersingel, famoso canale su cui si affacciano abitazioni costruite nel 1800 scampate alla furia dei bombardamenti e lungo il quale si possono ammirare ben 17 opere scultoree realizzate da grandi artisti internazionali.

foto2 foto3

Quasi a metà strada sulla destra si trova il  Museumpark, un grande parco in cui si trovano oltre a delle sculture anche il Nederlands Architecturinstituut, Istituto Olandese di Architettura progettato nel 1988 da Jo Coenen, il Museum Boijmans Van Beuningen, il Museo di storia Naturale ed infine il Kunsthal, famosissimo museo di arte moderna progettato nel 1992 da Rem Koolhas.

foto4

Lasciata questa zona culturale abbiamo raggiunto il Porto di Rotterdam, una delle tappe fondamentali per ammirare alcune delle più famose opere architettoniche contemporanee. Qui infatti si scorgono l’ Erasmusbrug, il ponte soprannominato “il Cigno” che collega il centro storico con il nuovo quartiere di Kop van Zuid, il  De Rotterdam, detto anche “vertical city”,  progettato da Rem Koolhaas e ultimato nel 2013 ed infine il Toren op Zuid, progettato nel 2000 da Renzo Piano, è un edificio per uffici che presenta una facciata inclinata di 6 gradi (stessa pendenza della Torre di Pisa)   sostenuta da un pilone d’acciaio alto 50 metri, sulla quale si trovano circa 1000 luci led che permettono di visualizzare messaggi e immagini.

foto5

Tornando indietro e percorrendo Schiedamsedijk si costeggiano il Museo Marittimo e il Museo Harbour che sono stati accorpati nel 2014. Nel canale sono ormeggiate imponenti e affascinanti navi storiche e velieri mentre lungo la riva si trovano un grande faro rosso, delle gru portuali insieme a tanti strumenti di costruzione navale. Se avete in mente di visitare Rotterdam vi consiglio di visitare questa zona e percorrere le passerelle che si trovano tra queste navi incredibili.

foto6

foto8 foto7

L’ultima tappa  del giorno è stata la Rotterdam Blaak station attorno alla quale si trovano delle costruzioni molto interessanti e particolari.

Una di queste sono le famosissisme “case cubo” o kubuswoningen progettate all’inizio degli anni ottanta dall’architetto olandese Piet Blom. Come si intuisce facilmente dal nome, queste case sono a forma di cubo rovesciato e inclinato di 45° e sono sorrette da quelli che sembrano “grandi pali”, nell’immaginario dell’architetto queste forme avrebbero dovuto riportare alla mente degli alberi in un bosco. Secondo voi è riuscito in questa impresa?
Per i più curiosi segnalo che è possibile visitare l’interno di una di queste abitazioni.

foto9

Spostando lo sguardo sul lato opposto si nota una grande costruzione a forma di ferro di cavallo, il Markthal inaugurato nel 2014 e progettato dallo studio di architettura Mvrdv. All’interno ospita abitazioni residenziali, uffici e al piano terra un grandissimo mercato coperto, separato dall’ambiente esterno, da entrambi i lati, da due grandi vetrate. Quest’ultime sono costituite da un’intelaiatura sostenuta da una struttura di cavi metallici che le rendono le più grandi nel loro genere in Europa.

Una volta entrati all’interno del mercato si viene subito attratti dallo spettacolare soffitto costituito da circa 4000 pannelli in alluminio sui quali è stata raffigurata un’opera di Arno Coen, artista olandese, chiamata “Cornucopia” ossia un’immagine digitale di 11.000 metri quadri raffigurante frutta, verdura, cereali, pesce, fiori e insetti. Da rimanere a bocca aperta.

foto10

foto12 foto11

Il mercato vero e proprio è costituito da tanti banchi che vendono frutta, verdura e soprattutto pietanze gastronomiche tipiche di tutto il mondo.

foto13

foto14 foto15

Si è conclusa così la nostra passeggiata tra le strade di Rotterdam. Spero di essere riuscita a farvi cogliere la bellezza di questa città e soprattutto delle grandi opere artistiche e architettoniche che custodisce all’interno.

INFORMAZIONI UTILI:

Dove abbiamo dormito:

  • Leidenhotel the rose ad 1 minuto a piedi dal centro città e a 5 minuti a piedi dalla stazione. Carino e pulito. Consigliato.
  • Amsterdam: ibis budget Amsterdam Airport. Offre un servizio navetta gratuito da e per l’aeroporto di Schiphol. A pochi minuti a piedi c’è anche una stazione degli autobus, il bus 197 in circa 20 minuti vi porta vicino al Rijksmuseum e il biglietto si può acquistare a bordo. Scegliete sempre l’opzione andata e ritorno perchè costa meno!

A presto!

Se l’articolo ti è piaciuto lasciaci un commento oppure se ti va seguici su Facebook, Instagram o Twitter per non perdere le nostre avventure!

Lascia un commento!