Castello della Pietra, una bellezza da non perdere!

Quando mi chiedono quale sia l’uscita ideale che unisca un po’ di trekking, montagna e cultura, uno dei luoghi che consiglio è il Castello della Pietra. Un castello suggestivo incastonato tra le rocce raggiungibile tramite un percorso alla portata di tutti nel  Parco naturale regionale dell’Antola che culmina con una bellissima vista ed una visita guidata del castello.

Situato nel territorio comunale di Vobbia è molto facile da raggiungere perché prossimo al casello autostradale. La posizione è strategica consente delle gita fuori porta in macchina per chi viene da:  Milano (circa 1.15- 1.30 h) , Genova (circa 0.45 h) e Pavia (circa 1-1.15 h).

Arrivando in macchina, a pochi km dall’arrivo si presenta lui, un castello incastonato tra le rocce. Vi assicuro che lo stupore sarà grande e nonostante non siate ancora arrivati vi verrà subito voglia di scendere ed iniziare a fotografare.

Proseguite fino al parcheggio e dopo una breve passeggiata sarete all’ingresso del parco.

Il sentiero che porta al Castello si sviluppa in un’area di alto valore naturalistico.

L’antico Castagneto si è ridotto per l’abbandono ed è stato in parte sostituito da zone di bosco misto a latifoglie e sono presenti molte specie di uccelli tra cui i picchi con i loro inconfondibili suoni sui tronchi degli alberi. Nonostante il percorso sia abbastanza breve (circa 500 metri), si affronta un bel dislivello (150 m) ma i passaggi sono molto semplici e perfettamente in sicurezza. Un vero divertimento per tutta la famiglia!

A differenza degli altri castelli che abbiamo visitato qui non si entra da un ponte levatoio o in pietra ma da una piccola porta laterale che si raggiunge percorrendo una passerella che si arrampica sulla vetta della montagna. Niente di pericoloso ma estremamente panoramico!

Le informazioni più antiche del castello risalgono al lontano 1234 e si trovano in un documento che parla del “Opizzo della Pietra” anche se poi il primo riferimento diretto è in un documento del 1253.

La cosa più impressionante è la posizione del castello incastonato tra due i due grandi torrioni rocciosi naturali!

Non sarà certamente stato facile costruirlo nel 1200 considerato che la materia prima veniva portata a spalla dalla valle!

Il Castello internamente era costituito da solai in legno oggi sostituiti da una struttura metallica.

Il cuore del castello è rappresentato dalle camere da letto e dal salone.

Molto interessante è il modo in cui veniva recuperata l’acqua piovana ma non vi sveliamo nulla di più!

I torrioni naturali sono una delle caratteristiche che a mio parere lo rendono unico nel suo genere!

La vista dal castello è veramente fantastica.

Il tempo di percorrenza tra andata e ritorno è di circa 1.10 – 1.30 h compreso il tempo per fare qualche scatto fotografico a cui va aggiunto il tempo per la visita guidata del castello

 

INFORMAZIONI UTILI

Come arrivare:

  • Il modo migliore per giungere al Castello della Pietra è settare Google Maps su “Castello della Pietra, Strada provinciale 8, 16010 Vobbia GE”  (clicca qui per la posizione) .  Dopo aver preso l’uscita dell’autostrada “Isola del Cantone” e proceduto in direzione Vobbia arriverete quasi nei pressi del castello. Prima di arrivare a destinazione troverete un piccolo parcheggio sulla sinistra (c’è l’indicazione clicca qui per la posizione parcheggio. ).
  • Il parcheggio non è vicinissimo al castello quindi sarà necessario proseguire a piedi per una decina di minuti  prima di arrivare all’ingresso del parco. Transitando su una strada statale anche se poco trafficata consigliamo caldamente di far scendere i bambini assieme ad un adulto all’ingresso del castello per evitare inutili pericoli e poi andare a parcheggiare.

Prezzo:

  • Costo del biglietto comprensivo di visita guidata: 5 euro

Dove mangiare:

  • Abbiamo pranzato all’Osteria a conduzione familiare “L’Allegro Cinghiale” a Crocefieschi (GE) non troppo lontana dal castello. Noi ci siamo trovati molto bene ed è consigliata la prenotazione.  Qui la loro pagina Facebook

Altre informazioni:

  •  Il Castello è aperto tutte le domeniche e festivi dal Lunedì di Pasqua al mese di ottobre compreso con ingressi e visite guidate ogni ora dalle 10.30 alle 17.30 (ultimo ingresso).
  • Ci siamo stati anche in autunno, periodo ideale per la raccolta delle Castagne vista la gran quantità di boschi presenti in questa zona.
  • Lungo il percorso si trovano dei tavoli da pic nic e delle panchine per riposare, fare uno spuntino o semplicemente godere della natura.
  • Il percorso non è adatto a persone con disabilità motorie o passeggini.

Siti web:

 

Lasciaci un commento oppure se ti va seguici su FacebookInstagram o Twitter per non perdere le nostre avventure!

A presto.

 

 

 

Lascia un commento!