Borghi Veneti da scoprire: Arquà Petrarca e Monselice

Monselice

Dopo aver passeggiato tra colli e vigneti,  prima di rientrare a Padova, abbiamo deciso di trattenerci a Monselice, nota per la produzione di ortaggi, cereali e sopratutto uva da vino (Merlot e Friularo, per chi se ne intende).

In Piazza Mazzini si può vedere la torre civica che sino al XVI secolo ha ospitato l’abitazione del custode , il compito era quello di caricare l’orologio presente sulla torre e di suonare la campana in determinate occasioni.

2piazza mazzini e torre civica

Sempre in piazza,  il Palazzo e la Loggetta del Monte di Pietà , edificati nel ‘400, oggi ospitano l’ufficio di accoglienza turistica e la biblioteca della città.

1palazzo e loggetta monte della pietà

A Monselice c’è anche un castello composto da un complesso di edifici (quattro per l’esattezza) e una rocca costruiti nell’alto medioevo

.5castello(1)        6castello

Un monumento religioso molto importante per la città è l’Antica Pieve di Santa Giustina, edificata nel 1256 in stile tardo romanico con elementi decorativi gotici.

3antica pieve di santa giustina

Proseguendo la passeggiata,  si trova poi la Porta Romana che dà accesso all’area sacra del Santuario Giubilare delle Sette Chiese. A seguire l’esedra di San Francesco Saverio con una bellissima scalinata seicentesca e accanto Villa Duodo (visitabile solo esternamente),  costruita in due diversi momenti : la parte laterale a destra risale agli inizi del ‘600, mentre la parte frontale è stata aggiunta nel 1740.

4villa duodo

Cosi si conclude la nostra gita fuori porta in questa piacevole giornata autunnale.

A presto!

INFORMAZIONI UTILI

Siti Internet:

  • Tutte le info sulla visita al castello con orari e prezzi potete trovarle qui: castellodimonselice

Lascia un commento!