A spasso tra Bruxelles e Bruges: Giorno 3

La mattinata del mio ultimo giorno a Bruxelles è stata dedicato alla visita di alcuni musei.

Nel Museo Magritte ho apprezzato molto il modo surreale dell’ artista di rappresentare la realtà e nel  Museo di belle arti, ho potuto ammirare le famosissime opere fiamminghe (e non solo) di alcuni artisti del calibro di  Rubens, Van Dyck,etc.

Il tempo è trascorso molto velocemente e finito il mio tour artistico mi sono diretta a piedi verso il quartiere Sablon, noto non solo per la vicina Chiesa di Notre Dame

Notre-Dame_du_Sablon_(Brussels)

notre dame 2

ma anche per la presenza di due storiche pasticcerie: Marcolini, famosa per le sue praline e Wittamer, nota invece per le gauffre, meglio conosciuto come Waffle, un dolce a cialda, morbido che si accompagna a zucchero a velo, sciroppi, panna, marmellata, cioccolato, frutta, noci, nocciole, mandorle, burro.

20141208_123008          Senza titolo-2

Il quartiere Sablon deve il suo nome alla sabbia gialla che si trova nei dintorni di Bruxelles. Questo quartiere in passato si trovava fuori dalle mura cittadine e per raggiungerlo era necessario attraversare proprio questa striscia sabbiosa.  

Centro pulsante del quartiere è la Place du Grand Sablon, una piazza triangolare nella quale ogni fine settimana si tiene il mercato dell’antiquariato (sabato dalle 9 alle 17 e la domenica dalle 9 alle 13).

Al centro della piazza c’è la Fontana di Minerva costruita verso la metà del 1700 e circondata da architetture risalenti al 17° e 18° secolo.

Uno degli ultimi palazzi di Bruxelles che ho visitato è stato il Palazzo Reale in cui  il Re esercita le sue funzioni di Capo di Stato. Tra fine luglio e metà settembre è possibile visitare alcune sale interne tra cui le sale pubbliche di rappresentanza, la sala del trono e quella degli specchi.

20141208_130943

20141208_131014

Infine, tappa d’obbligo è sicuramente la visita del Parlamento Europeo. Nel parlamento europeo è possibile visitare la sala dell’Emiciclo, il cuore del parlamento poiché è qui che si riunisce.

20141208_145843

Si può esplorare il Parlamentarium, un’ esposizione con tante attività interattive in cui vengono che spiegati il funzionamento e la storia dell’UE . Le attività previste all’interno del Parlamento sono tutte gratuite e quasi tutte disponibili in ognuna delle 24 lingue ufficiali dell’UE.

Così si conclude il nostro viaggio in queste due bellissime città del Belgio.

A presto con la prossima avventura.

INFORMAZIONI UTILI:

Come siamo arrivati:

Dove abbiamo dormito:

  • Aparthotel Résidence Bara Midi : si trova a 5 minuti a piedi da Gare du Midi, da cui partono treni per l’aeroporto e per le principali città. In circa venti minuti a piedi si raggiunge Gran Place. Consigliato!

Come muoversi:

Aeroporto-Bruxelles:

  • La soluzione più economica è lo shuttle bus che collega l’Aeroporto a Gare du Midi. Il biglietto costa circa 14 € a tratta. (Vi consiglio di acquistarlo on-line perchè costa meno.)
  • Taxi (noi abbiamo scelto questa soluzione essendo in 4, il costo è stato di circa 10€ a testa)
  • Treno, dall’aeroporto si prende l’ Autobus A che in circa 20 minuti vi porta alla stazione dei treni. Una  volta qui potrete prendere il treno per le stazioni di Gare du Midi, Gare Centrale e Gare du Nord di Bruxelles.

Bruxelles centro città:

  • Noi ci siamo spostati prettamente a piedi ma in alcuni casi abbiamo usufruito dei trasporti pubblici Stib che comprendono autobus,metro e tram.

Bruxelles-Bruges:

  • Treno, noi abbiamo acquistato il biglietto sfruttando una  promozione on-line che prevedeva uno sconto del 50% per il week end. Il Weekend ticket internet è valido dalle 19 del venerdì fino alla domenica e ha un costo di circa 15€ (A/R).

Cinzia

Lascia un commento!